Ci prendiamo un caffè che vi racconto del blog?

Perchè ho aperto questo blog è una domanda che mi fanno in molti, ma a cui non sempre ho voglia di dare una risposta.
La verità è che l’ho fatto per me, l’ho preparato come la tisana in inverno per rilassare lo stomaco: fuoco lento e migliori profumi.
L’ho pensato un pò, ne ho accennato timidamente in qualche conversazione, ho cambiato nome un pò di volte, poi mi son detta: è ora.

mela

 

La verità è che ho aperto un blog perchè ci sono cose che pensi non faresti mai nella vita e poi alla fine decidi di fare.
L’ho aperto perchè avevo bisogno di incanalare le idee, di esprimere me stessa, perchè credo che la creatività renda le menti libere e che la libertà di cui ho sempre goduto renda le menti creative.
L’ho fatto perchè mi divertiva e soprattutto perchè credo che le emozioni si siano sempre espresse attorno alla tavola e che non siano mai esistite cene senza scambi di opinioni – anche quelle silenziose e brutali prima delle rese definitive hanno il loro volume di sentimento.

 

Michele

 

L’ho fatto perchè sapevo di volerlo fare e perchè penso che cibo e sentimenti sia il miglior mix di tutta la vita.

Così vi ho invitato a cena, come faccio con gli amici più stretti, ogni sera per 365 giorni, per farvi vedere l’altro lato della tavola.
365 fotografie che hanno espresso il loro pensiero con la cadenza regolare della lancetta che batte sull’orologio.
365 modi fi farvi sorridere o di farvi pensare, 365 modi per farvi smettere di pensare una volta al giorno.

foto blog

E poi? Poi Testa nel frigo ha compiuto un anno e con lui anche io, così come le mie parole che hanno cominciato a sgorgare ad una ad una, prima timidamente poi a cascata; perchè esprimersi è diventata un’arma di ribellione, perchè assecondare il flusso della scrittura è meglio di una lezione di yoga.
Per me cucina ha sempre voluto dire unione: si impasta per qualcuno, si cuoce perchè arrivano a pranzo, si sminuzza per sfogarsi, si bolle per dimenticare.
Così ho voluto unire tutto ciò, tra le ricette della mia casa e l’altalena dei sentimenti e questo blog piano piano è diventato ciccione, bello paffuto di cose belle e strabordante di cioccolata e frutti rossi.

 

mani

Poi ci sono i viaggi, che dire di loro? Diciamo che sedersi su una valigia che scoppia ti fa pensare che non puoi lasciare a casa niente, ma diciamo anche che poi, dall’altra parte del mondo basta poco, perchè scopri di avere già tutto dentro di te.
Viaggiare ti fa pensare in grande, ma ti insegna a prenderti cura del piccolo, a prestare attenzione ai dettagli e a non sottovalutare gli ostacoli, ma a ridimensionare. Ti apre un mondo, se incontri delle persone con cui condividere un pò della vita e ti fa innamorare a volte, o forse sempre
Viaggiare ti insegna a credere che ce la puoi fare, che puoi credere in un sogno e che puoi essere felice di quello che sei.
Viaggiare insegna a chiedere perdono, a condividere la tavola con sconosciuti, a fidarsi dell’ignoto e a non smettere di imparare.

blog

Così piano piano queste 365 foto hanno aperto un mondo, sono arrivate in punta di piedi e hanno scatenato la tempesta. Mai tempesta fu più bella.
E io devo dirvi che ogni giorno che apro questa pagina e scrivo mi sembra di costruire un enorme grattacielo, mattoncino per mattoncino.

La mia mente non si ferma è ha già pronti nuovi progetti, ve li racconto tra qualche giorno, così me li assaporo un pò in solitudine.
Intanto vi regalo questo video.
Mi piace l’idea che quelli tra voi che sono capitati su questa paginetta da poco, possano capire dove tutto è iniziato.

Buon pomeriggio miei cari, io vi penso e grazie di essere sempre qui, belli e puntuali.

 

Tag:

2 Commenti

  • gabriella
    8 settembre 2015 a 15:33

    Molto interessante leggere il tuo post…le tue idee emozioni e bellissime foto,un piccolo grande angolo dove raccontare ed esprimere emozioni…simpaticissimo il video!!!

    • Martina. Testa nel frigo
      10 settembre 2015 a 11:19

      Ti ringrazio molto, è proprio ciò che speravo di trasmettere.
      Il video era un prova per farvi conoscere il dietro alle quinte che spesso è molto divertente!
      Ce ne saranno altri!!!

Leave a Comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi