Buon compleanno!

Martina

Sono quasi sicura che il mio primo ricordo, indubbiamente quello più nitido, sia la mia festa di compleanno dei due anni.
Ricordo la posizione esatta in cui mi trovavo, l’angolo del giardino sotto al porticato con il mio vestitino bianco che mi sembrava bellissimo e la mia casetta di stoffa che, ancora oggi, penso sia uno dei regali più belli mai ricevuti.
Qualcuno mi regalò un mazzo di fiori gigante, più grande di me e io ne ero molto fiera, era un regalo da grandi e mi sentivo così felice che ancora lo ricordo.
Poi ne compii otto di anni e desideravo molto il trenino dei Lego, ma mio padre mi regalò il sottomarino, perchè il trenino non c’era più e, seppur io oggi quel trenino me lo ricordo ancora nei dettagli, sono contenta di non averlo ricevuto perchè ho saputo adattare il mio sogno alla realtà.
Certo, non era il treno, ma aveva qualcosa in più quel sottomarino, la ricerca di qualcosa che potesse rendermi felice e io ancora oggi lo conservo.
Poi sono arrivati i diciotto anni e i dieci palloncini colorati appesi a un ombrellone, il caldo insopportabile e le mie amiche per la vita. Belli e spensierati quei diciotto anni e i loro cento pasticcini.
Poi sono passati i venti, un vestito con le pietre e le rose appese al lampadario per conservare il momento.
Oggi sono 26 e io provo gratitudine.

1 Martina

 

 

 

 

 

 

 

Ho i pensieri un pò confusi questa mattina, perchè tutto a un tratto non me lo aspettavo più di compiere gli anni. Lo so, quella del compleanno è una data fissa non si sfugge, ma così all’improvviso ho pensato “e se poi…”
Penso che il giorno del compleanno sia un giorno speciale, non tanto per gli anni che passano, per i festeggiamenti, quanto perchè, volendo o no, ci si ferma un attimo a pensare, poi si festeggia e si ride molto; ma soprattutto, per un attimo, si pensa profondamente.
Si fa il conto di quello che è stato e di quello che sarà.

Se devo dirla tutta io di quello che sarà non ne ho idea, ma so quello che è stato.

_ALI1580

Allora oggi io mi sento così: grata e fortunata.
Fortunata perchè mi hanno insegnato ad avere coraggio, a conoscere la paura, ma a non lasciarsi sconfiggere; perchè mi hanno spiegato che i buoni sentimenti fanno una persona ricca, che la volontà è tanto e la libertà ancor di più.
Fortunata perchè mi hanno insegnato a pensare con la mia testa, a impegnarmi per ottenere qualcosa e a imparare che non tutto quello che si desidera si può avere.
Fortunata perchè ho visto il mondo, non solo con gli occhi del visitatore, ma con quelli della curiosità e dell’accettazione.
Fortunata perchè mi hanno insegnato che bisogna avere una meta per compiere un viaggio, ma poi bisogna lasciarsi andare, non rifiutare i cambiamenti, perchè la meta quasi sempre sarà diversa da quella immaginata, ma l’arricchimento interiore sarà unico.
Fortunata perchè mi hanno insegnato a dire grazie, perchè mi hanno raccontato le favole, ma non mi hanno risparmiato la realtà, perchè mi hanno insegnato a reagire davanti a un ostacolo, a non arrendermi e a dare il meglio.

Grata e fortunata perchè nel mio percorso ho incontrato delle persone che lo hanno reso unico, che hanno saputo esserci al momento giusto, o hanno saputo accettarmi in quello sbagliato, perchè ho incontrato chi mi ha detto che i sogni fanno volare l’anima e non conoscono età e società, ma bisogna impegnarsi.
Grata e fortunata, perchè ho amato molto e amerò ancora.

Buon compleanno a me e a tutti voi!

Leave a Comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi