Castagnole di carnevale. Non vi dirò.

carnevale

Non vi dirò che smetterò di scrivere tutto perchè ho paura di come possiate interpretare. E’ vero, l’ho pensato, pure più di una volta se è per questo, ma questo blog è nato per raccontare e non per nascondere.

Vi dirò invece che è tutto vero, che quando leggendo pensate che si parli di voi, è possibile. Forse non sempre, forse in modo un po’ celato, un po’ confuso però, anche se un po’ timidamente, spesso è vero.
Non lo negherò, lo potete pensare.
Non vi dirò che centellino le parole, perchè proprio non è nel mio stile. Al massimo scrivo, poi cancello, poi riscrivo, poi ci ripenso, faccio una giravolta e schiaccio invio, giusto perchè se ci penso troppo non pubblico mai niente.

Non scriverò parole che non avrò il coraggio di dirvi in faccia. Questo spazio è bellissimo, ma non diventerà mai uno schermo per filtrare. Il giorno in cui capirò che mi toglie coraggio, smetterò di scrivere. Lo prometto.

Vi parlerò di sincerità, non costruirò case finte per metterle su Instagram, non vi dirò che mi piace il riso, perchè mi da già fastidio l’odore, nè vi dirò quanto mi piace ballare tutta la notte, perchè già solo all’idea mi sento male.

carnevale

Ecco quindi le 5 cose che non mancheranno mai qui, su questa pagina che potete smettere di leggere quando volete, che potete rileggere quando volete, tutta d’un fiato, alle 2 di notte, alle 6 di mattina o mentre bevete il caffè.

  1. la fantasia e la sincerità
  2. i miei momenti no
  3. i miei momenti si
  4. la cioccolata
  5. le belle foto

Ora potete pure scrivere “ma chi te se fila!” che non sono permalosa (sì, sì, come no), però ogni tanto mi piace ricordarmelo.
Buon carnevale miei amati!

Baci, abbracci e tante chiacchiere (O castagnole oggi!).

carnevale

castagnole 2

Castagnole di carnevale!

Ingredienti:

  • 150g di zucchero
  • 400g di farina
  • 1 noce di burro
  • 1 uovo
  • 1 pizzico di sale
  • 1 bicchierino di cognac
  • latte q.b. per una pasta di media consistenza
  • scorza di un limone
  • 1 bustina di lievito (a cui ne va tolto un cucchiaino)
  • olio per friggere o strutto (come dice la mia nonna)

Per preparare le castagnole iniziare lavorando insieme tutti gli ingredienti e ricavando dei bastoncini, come se si trattasse di far degli gnocchi di patate; tagliare dei piccoli pezzi e sul palmo della mano farne delle piccole palline. Friggere in strutto (o olio valà!) caldo, ma non troppo per lasciare il tempo che si cuociano bene anche internamente. Ricoprire di zucchero a velo una volta fredde.

castagnole 5

Leave a Comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi