Giugno: 10 film per le sere d’estate!

A me le sere di inizio estate, quelle con il profumo di gelsomini nell’aria – per intenderci – sanno di cinema all’aperto, ghiacciolo alla menta e maglioncino sulle spalle come quando si è bambini.
Non so perchè oggi mi sia tornata in mente questa immagine, ma ho un nitido ricordo delle mie vacanze da bambina, al mare in giugno insieme a mio fratello.
All’ora della passeggiata serale, per raggiungere la piazzetta e vedere quale “meraviglioso” spettacolo offriva la movida della riviera romagnola per i piccoli bambini, passavamo a piedi per una stradina di case vecchio stile, basse e con il cortile tutt’attorno, il cancelletto sulla strada e qualche bicicletta appoggiata al muro.
In una di queste case, tutte le sere, un signore trasferiva la televisione sul davanzale, portava una seggiolina in giardino e, con i piedi incrociati sul tavolo e il telecomando appoggiato sulla pancia si guardava un film. Qualche sera prendeva la sua sedia pure la moglie e si godevano il loro personalissimo cinema all’aperto.

giugno

C’è da dire poi che pure noi una sera alla settimana ci concedevamo il cinema, ma toccava fare un po’ per uno a scegliere i film e non sempre mi è andata fatta bene.
Questa fissa del cinema all’aperto mi è rimasta e molte sere penso che sarebbe bello anche in città mettere la televisione fuori dal davanzale e i piedi al fresco.
Visto che sognare non nuoce mai, questa è una selezione dei film che mi riguarderei in queste prime sere di giugno, tra gelsomini e maglioncini sulle spalle.

giugno

  • Ogni stagione, mezza stagione, anniversario, ricorrenza, giornata normale, si inaugura con una “nuova” visione di Mediterraneo. Certo, in giugno ci sta assai bene, vi farà sognare la Grecia, i tempi lenti di un’isola e le amicizie nate per condivisione.
    Sottilmente ironico, di quell’ironia bella e riflessiva che rimane in testa per giorni e giorni.
    Bellissimo, che ve lo dico a fare? Gabriele Salvatores è spesso una certezza, per questo dopo Mediterraneo è l’ora di riguardarsi Io non ho paura. Anche qui l’estate entra con tutta la prepotenza dei campi di grano dorati dal sole del sud. Una bellissima storia di amicizia e solidarietà tra due bambini che forse in questo inizio di giugno ci farà sentire ancora desiderosi di emozioni semplici.

  • Comizi d’amore, è un film documentario – e voi direte: che noia! Invece no. – secondo me è perfetto per immaginarvi vecchio stile come il signore in giardino che guarda il film sul davanzale. E’ un’intervista all’Italia degli anni 60 con tutti i suoi tabù e le sue incongruenze.
  • La pazza gioia di Virzì, ancora al cinema è un altro film che merita di essere visto, anche solo per l’irrequietezza che lascia addosso, anche solo perchè alla fine non si capisce se i matti sono loro o siamo noi, anche solo perchè è una storia di donne che in fin dei conti chiedono amore, anche solo perchè dopo non potrete non andare a rivedere La prima cosa bella con quella colonna sonora così meravigliosa e quelle storie così drammaticamente profonde che solo Virzì riesce a raccontare con cotanta gentilezza e originalità.
  • Il nuovo Cinema Paradiso, perchè è bello ogni volta di più, perchè si piange, ma si sogna molto. Poi bisogna rivederlo, perchè l’ostinazione di Totò deve ricordarci sempre che i sogni hanno più forza di quanto possiamo immaginare.
  • Giugno si sa è il mese delle cene all’aperto, se questo tempo beato ci desse tregua e sole, potrebbe capitare pure a voi di discutere tutta la sera sul nome del nascituro. Nel caso arrivateci preparati: guardate Cena tra amici – oppure anche la versione italiana Il nome del figlio, anche se i film francesi per me hanno una marcia in più. Nel caso non ci siano bambini in arrivo optate invece per Perfetti Sconosciuti. Ecco, magari non in una serata di coppia, che poi fate la fine dell’amico mio che fra un po’ ci rimetteva telefono e fidanzata.
  • Questa lista doveva finire così, poi ieri sera sono andata al cinema e ho visto Fiore e lo voglio aggiungere, sarà stata la colonna sonora, sarà stato il tema, io non lo so. Ho pianto tutto il film. E’ una storia difficile, raccontata però in modo molto diretto e veritiero. Due ragazzi, il loro amore che nasce in un carcere, in cui già solo avere un letto proprio è cosa difficile. Questo film certo non si potrà vedere nel giardino di casa, ma cercatelo nei cinema e andate!

 

E’ ora di farmi sapere i vostri titoli!!! Li aspetto!

 

Leave a Comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi