Pesto di agrumi dove regna il caos.

Oggi è proprio uno di quei giorni in cui preferirei correre 10 km sotto la pioggia, piuttosto che stare davanti a un computer a scrivere.
Ho scritto e cancellato questo post almeno 15 volte. “Oggi scrivo questo”, “parlo di questo”, “faccio un post sull’amicizia”, “non scrivo niente”, “faccio un post sulla pioggia, sui film d’amore che finiscono male, sul fatto che son due giorni che non mangio perchè non ho voglia di cucinare, sul fatto che ho capito che non ho una passione per lo smalto, eppure continuo a metterlo”. Oppure no.

HO scritto e cancellato questo post almeno 15 volte, perchè è una settimana che la mia testa è un casino completo e vorrei tanto che ci fosse l’aiuto del pubblico per capire cosa fare certe volte e invece non c’è.

martina ciordinik

Per cui questo post sarà il caos. Sarà un elenco confuso di tutte le cose che mi sono passate in mente in questi giorni e di cui avrei voluto scrivere e di cui, magari, ho pure scritto, ma che condividerò con voi ordinatamente un’altra volta, quando ordinati saranno anche i miei pensieri.
Pronti, partenza, via.

  • Io penso che gli amici alle volte siano un po’ come degli angeli dal tempismo perfetto. Tavolta quasi impressionante la loro capacità di comparire nell’esatto momento antecedente la disperazione. Quasi impressionante pure a volte la loro capacità di dire sempre la cosa che non vorresti sentirti dire, nell’esatto momento in cui però andrebbe detta.
    Vorrei andare a prendere un te con John Travolta per sapere se anche da quella parte del globo funziona così che, appena stai cedendo un po’ nella solitudine e nei pensieri tristi, ecco pouf che si palesa un amico. In fondo, però non ho di certo bisogno di incontrare John Travolta (perchè ho scelto lui non lo so, abbiate pietà son fuori) per sapere che i miei amici sono speciali.
  • Una mattina mi sono svegliata e ho scritto che dovevo andare in banca, fare un bonifico, comprare una maschera, fare due appuntamenti, fare ordine, scrivere mail e tutto ciò che ho fatto quel giorno è stato comprare un libro e leggerlo.
  • Vorrei andare a Stoccolma e pure a Copenaghen se ci scappa, vorrei andare nei paesi nordici, quelli in cui nessuno vuole mai andare d’estate perchè fa freddo e “sei pazza? rinunci al caldo per il freddo?”. Ecco sì, vorrei tanto, perchè anche se ho sempre freddo a me il freddo piace e perchè mi sono stufata di rimandare. Prometto che esco e il primo che dice “rinuncio io al caldo, vengo con te” vince un biglietto aereo.
  • Vorrei scrivere un post sulle cene tra sole donne quando l’argomento sono gli uomini e poi vorrei scriverne un altro ringraziando il fatto che ho molti amici uomini che cucinano e mi invitano a cena e smentiscono tutti i luoghi comuni.

Non lo so, se poi esiste un modo di fare ordine qualcuno me lo suggerisca, una banca dati degli aiuti, un numero verde da chiamare in caso di scoramento, una città del ristoro, un cibo miracoloso, un libro della serie 100 modi per smettere di ingarbugliare il cervello. Non lo so. HELP!

pesto di agrumi

Mentre battevo questo post in “bella copia” ha suonato la mia amica Cecilia, tempismo perfetto, ha portato un sorriso e due arance, dovrò sviluppare di più il pensiero numero uno e scrivervi che ho proprio ragione, ho degli amici speciali.
Questo è quello che abbiamo cucinato: spaghettoni con pesto di agrumi!

Ingredienti:
(per tre persone)

  • un pugno di pistacchi
  • un rametto di basilico
  • un rametto di prezzemolo
  • un rametto di menta
  • mezza arancia
  • due cucchiaini di capperi
  • 8-10 pomodorini
  • olio
  • 250g di spaghetti

Preparare il pesto di agrumi è un gioco da ragazzi, le quantità che vi ho descritto possono variare a seconda del sapore che volete esaltare, a me per esempio piace con poca menta.
Prepararlo è molto semplice, bisogna frullare tutti gli ingredienti, spicchi di arancia spelati compresi, ad eccezione dei pomodorini che andranno invece tagliati a spicchi e saltati velocemente in padella con un filo d’olio. Una volta cotta la pasta condirla con il pesto, i pomodorini e due cucchiai di acqua di cottura.

1 commento

Leave a Comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi